10 apr 2008

Raduno Nazionale Atletica in quel di Lecco



Sabato 5 e Domenica 6 in quel di Lecco, al centro sportivo Al Bione, ho potuto partecipare ad un interessante Raduno della Nazionale cadetti di mezzofondisti, dalle regioni della Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Trentino e Valle d'Aosta.



Il Sabato pomeriggio, dietro istruzioni del tecnico nazionale Silvano Danzi, e grazie alla collaborazione dei rispettivi tecnici regionali è stato possibile osservare e monitorare delle ripetute veloci in salita, 100m tra un gruppo di atleti maschi e femmine, in serie di sprin in salita. Sono stati monitorati il numero di appoggi, il tempo impiegato per fare in 100m e nel tratto medio (dopo 50m) anche il tempo impiegato per fare 10 appoggi di destro (20 falcate).


Il Test effettuato restituisce informazioni sull'ampiezza della falcata, per lo sviluppo della forza.



La Domenica mattina c'è stata una seduta di allenamento degli atleti in pista, con diverse andature, serie e recuperi sui 300m e sui 1500m.

Per un profano di atletica come me, mi sono davvero trovato bene.


L'atletica è un mondo forse poco conosciuto, ma di gente molto competente, appassionata e spesso troppo poco considerata e riconosciuta. Davvero attraente!!

Da
http://www.podisti.org/webzine/index.php?option=com_content&task=view&id=12209&Itemid=474

Raduno interregionale giovanile a Lecco

Scritto da Sandro Marongiu
mercoledì 09 aprile 2008
Mezzofondo giovanile in raduno a Lecco il 5 e 6 aprile. Nella provincia manzoniana gli atleti delle categorie Allievi/e, Juniores m/f delle regioni Lombardia, Liguria, Piemonte, Valle D’Aosta e Trentino hanno partecipato al raduno interregionale del progetto talento, sotto l’attenta visione del prof. Silvano Danzi, responsabile nazionale di settore e di Rosario Naso responsabile lombardo. I numerosi atleti partecipanti hanno effettuato due giorni di allenamenti mirati. Nella prima giornata è stata effettuato un lavoro sulla forza con le salite in cui sono stati presi i numeri di passi totali, il tempo totale e il parziale su 20 appoggi. Tutte le informazioni raccolte sono state oggetto di discussione nella riunione tecnica che si è tenuta nella prima serata e che ha visto tutti i tecnici coinvolti. Apprezzata la partecipazione del dottor Giovanni Righetti, medico sportivo, che ha alle spalle una lunga esperienza con la nazionale azzurra di sci nordico e ha seguito in particolare Stefania Belmondo negli ultimi successi prestigiosi. Lavoro differenziato invece nella seconda giornata: i mezzofondisti prolungati hanno effettuato un 3000 a ritmo leggermente inferiore a quello del medio, seguito dopo una pausa da un 1500 frazionato con cambi di ritmo ogni 500 metri. Dopo un'altra pausa l’allenamento si è concluso con una serie di ripetute sui 300 metri corsi con recupero molto breve. I mezzofondisti veloci invece hanno effettuato un lavoro a scalare partendo dai 300 metri con recuperi a salire e con i tempi di percorrenza a scalare ad ogni serie. Sono stati due giorni molto proficui che hanno permesso ai tecnici di valutare proposte nuove di allenamento e agli atleti di poter effettuare degli allenamenti condivisi. Nella seconda giornata non è passata inosservata la presenza di Umberto Pusterla, sino a due anni fa uno dei migliori mezzofondisti azzurri. Umberto ha vestito per l’occasione la “divisa” da atleta e si è incaricato di fare il ritmo ai mezzofondisti prolungati nella prima parte dell’allenamento.

Nessun commento:

Posta un commento

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.