26 apr 2008

"Team Scienze Motorie" OnLine - Aprile 2008


Il giorno è arrivato, si inizia con 6 amici.

Breve riassunto:


Ore 15.00
è iniziata la chat scritta con solo 2 dei 6 partecipanti, presumo che gli altri 4 avranno preferito la bella giornata di sole, tuttavia è stato un incontro interessante, dopo le brevi presentazioni tra me, Gianpiero e Andrea di Bologna.

Ore15.20
il desiderio di capire di che cosa consiste questa idea del Team si fa vivo e centro della discussione; la vera parola d'ordine è Tecnologia e Attività Fisica e in effetti risulta forse troppo vaga come cosa se non si conosce l'ambiente.

Ore 15.30
a questo punto si chiariscono gli obiettivi generali di questa iniziativa di "collaborazione" o "Sharing" di informazioni, attraverso quello che è il nuovo modello, non l'unico di business.
Condividere, far conoscere, informare e "formare" tutti e gratuitamente..Come? Facendolo meglio degli altri.

Ore 15.40
Poi ci sono stati scambi di suggerimenti riguardo il Web 2.0 e la rete in generale


Infine 15.59.04 ( vi riporto l'ora precisa di SkyPe!!)
Precisi come un orologio svizzero, ci siamo congedati con il compito di spargere la voce, la notizia e la proposta di questo Team, insieme alla mia stesura scritta di alcuni punti fondamentali e concreti per orientare gli sforzi, che saranno molti, e definire i targets..

Prossimo appuntamento, tra circa un mese, con il TEAM Scienze Motorie sempre in ricerca di nuovi e vari collaboratori.

per partecipare al Team skype ti ricordo di scaricare il programma e cercare paolo.artasensi o inviando una mail a paoloartasensi@gmail.com

11 apr 2008

Voglio creare un Team !




Cosa voglio fare? Creare un team di ricerca, progettazione e sviluppo di idee.

Come? Attraverso Skype, programma gratuito per chattare e parlare contemporeanemente online! Basterà concordare deglie appuntamenti (giorno e ora) per trovarsi online.

Perchè? Per condividere idee, progetti e creare insieme proposte nuove e per ciò che riguarda il fitness, il benessere fisico e per la promozione dell'attività fisica in generale.

Chi? A breve, invierò una mail globale ai 245 iscritti del Forum.

Coloro che accetteranno di partecipare, potranno farlo anche solo per curiosità, infatti non comporta nessun impegno formale.


L'unico parametro richiesto è la serietà e la voglia di lavorare insieme.

Primo appuntamento Online Skype
Sabato 26 Aprile alle ore 15.00



10 apr 2008

Raduno Nazionale Atletica in quel di Lecco



Sabato 5 e Domenica 6 in quel di Lecco, al centro sportivo Al Bione, ho potuto partecipare ad un interessante Raduno della Nazionale cadetti di mezzofondisti, dalle regioni della Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Trentino e Valle d'Aosta.



Il Sabato pomeriggio, dietro istruzioni del tecnico nazionale Silvano Danzi, e grazie alla collaborazione dei rispettivi tecnici regionali è stato possibile osservare e monitorare delle ripetute veloci in salita, 100m tra un gruppo di atleti maschi e femmine, in serie di sprin in salita. Sono stati monitorati il numero di appoggi, il tempo impiegato per fare in 100m e nel tratto medio (dopo 50m) anche il tempo impiegato per fare 10 appoggi di destro (20 falcate).


Il Test effettuato restituisce informazioni sull'ampiezza della falcata, per lo sviluppo della forza.



La Domenica mattina c'è stata una seduta di allenamento degli atleti in pista, con diverse andature, serie e recuperi sui 300m e sui 1500m.

Per un profano di atletica come me, mi sono davvero trovato bene.


L'atletica è un mondo forse poco conosciuto, ma di gente molto competente, appassionata e spesso troppo poco considerata e riconosciuta. Davvero attraente!!

Da
http://www.podisti.org/webzine/index.php?option=com_content&task=view&id=12209&Itemid=474

Raduno interregionale giovanile a Lecco

Scritto da Sandro Marongiu
mercoledì 09 aprile 2008
Mezzofondo giovanile in raduno a Lecco il 5 e 6 aprile. Nella provincia manzoniana gli atleti delle categorie Allievi/e, Juniores m/f delle regioni Lombardia, Liguria, Piemonte, Valle D’Aosta e Trentino hanno partecipato al raduno interregionale del progetto talento, sotto l’attenta visione del prof. Silvano Danzi, responsabile nazionale di settore e di Rosario Naso responsabile lombardo. I numerosi atleti partecipanti hanno effettuato due giorni di allenamenti mirati. Nella prima giornata è stata effettuato un lavoro sulla forza con le salite in cui sono stati presi i numeri di passi totali, il tempo totale e il parziale su 20 appoggi. Tutte le informazioni raccolte sono state oggetto di discussione nella riunione tecnica che si è tenuta nella prima serata e che ha visto tutti i tecnici coinvolti. Apprezzata la partecipazione del dottor Giovanni Righetti, medico sportivo, che ha alle spalle una lunga esperienza con la nazionale azzurra di sci nordico e ha seguito in particolare Stefania Belmondo negli ultimi successi prestigiosi. Lavoro differenziato invece nella seconda giornata: i mezzofondisti prolungati hanno effettuato un 3000 a ritmo leggermente inferiore a quello del medio, seguito dopo una pausa da un 1500 frazionato con cambi di ritmo ogni 500 metri. Dopo un'altra pausa l’allenamento si è concluso con una serie di ripetute sui 300 metri corsi con recupero molto breve. I mezzofondisti veloci invece hanno effettuato un lavoro a scalare partendo dai 300 metri con recuperi a salire e con i tempi di percorrenza a scalare ad ogni serie. Sono stati due giorni molto proficui che hanno permesso ai tecnici di valutare proposte nuove di allenamento e agli atleti di poter effettuare degli allenamenti condivisi. Nella seconda giornata non è passata inosservata la presenza di Umberto Pusterla, sino a due anni fa uno dei migliori mezzofondisti azzurri. Umberto ha vestito per l’occasione la “divisa” da atleta e si è incaricato di fare il ritmo ai mezzofondisti prolungati nella prima parte dell’allenamento.

09 apr 2008

Pechino 2008 - una torcia che scotta



Mancano ormai poco più di 100 giorni alle Olimpiadi che si svolgeranno a Pechino, in Cina, dall’8 al 24 agosto prossimi. E, come ogni edizione che si rispetti, è iniziato anche il viaggio della Torcia olimpica (accompagnato, come sicuramente saprete, dalle polemiche per la situazione politica in Tibet e, in generale, per il rispetto dei diritti umani tante volte violato dalla Cina).
Ma dove si trova oggi la fiamma olimpica, che attraverserà molti stati del mondo? Per scoprirlo, Google ha creato un’apposita pagina che sfrutta le potenzialità di Google Maps per indicare, giorno dopo giorno, il percorso effettuato e quello ancora da effettuare.
Non è tutto: è stato anche creato un nuovo layer su Google Earth che permette anche di esplorare città dopo città visualizzando immagini, monumenti e palazzi in 3D e altre informazioni utili.
fonte originale da http://www.downloadblog.it

07 apr 2008

Stramilano 08

Credo che se l'avessi provata, ora mi sentirei così



Nell'edizione del 6 Aprile ha tuttavia vinto il keniano Philemon Kipchumba Kisang con il tempo ufficioso di 1h2'10''. Al secondo posto e' arrivato l'ugandese Wilson Kipkeme Busienei in 1h2'15'', terzo il keniano John Korir in 1h2'20''. Nella gara femminile successo della brasiliana Maria Zeferina Baldaia con il tempo ufficioso 1h 13'50''. Al secondo posto la francese Hafida Gadi Richard in 1h 14'21'', terza l'italiana Ornella Ferrara 1h 15'.

03 apr 2008

Studio e Sport Agonistico - sintesi

Ieri sera, 2 Aprile ho partecipato al convegno organizzato per il Decennale dell'Insubria dal tema
"Studio e Sport Agonistico"

Presidente del convegno: prof. Marco Bussetti, coordinatore del CdL in Scienze Motorie

Moderatore: Antonio Franzi, giornalista e docente dell'Università dell'Insubria.

Relatori:
  1. Noemi Cantele, atleta della Nazionale di ciclismo, laureata in Economia.
  2. Prof. Silvano Danzi, allenatore della Nazionale di mezzofondo di atletica leggera e docente dell'Università.
  3. Laura Zanazza, partecipante alle Olimpiadi di Atene nella specialità nuoto sincronizzato e studentessa dell'Università dell'Insubria
  4. Nicoletta Luciani, pallavolista della Yamamay Busto Arsizio (serie A1) e studentessa dell'Università dell'Insubria

Introduce l'argomento il dott.Patrizio Castelli con un aneddoto di gioventù in cui in una gara studentesca di atletica, gli studenti svedesi conoscevano perfettamente tecnica e padronanza del giavellotto, a differenza degli studenti italiani, dimostrando grande preparazione e cultura sportiva. Nella gara vinsero tuttavia gli italiani, gli altri avevano lo spirito sportivo, noi quello competitivo.

In sintesi, le atlete relatrici hanno raccontato del loro impegno scolastico e sportivo, più difficile durante gli anni delle superiori, dei sacrifici fatti volentieri e dei risultati ottenuti.

Il discorso successivamente si è orientato verso un quesito:

Quanto fa lo Stato Italiano, le istituzioni come la Scuola, e le Aziende per promuovere e sostenere la cultura sportiva nella scuola, tra i giovani anche nelle piccole società sportive?

A questo quesito, il prof.Bussetti risponde riconducendo le cause di una continuità interrotta col passato dalla caduta del regime Fascista, dove la ginnastica, la forma fisica e il benessere erano esaltati. Persa la guerra, tutto è stato cestinato, comprese alcune cose buone, come l'interesse per la salute sportiva e fisica.

Il prof. Danzi, rilancia una proposta dal basso, dalla scuola. Dagli insegnanti dovrebbe arrivare il messaggio "Mens sana in corpore sano", e di conseguenza il suo è un appello affichè si investa di più in formazione insegnanti, strutture per affiancare di più la Scuola al Centro Sportivo, sia in senso collaborativo che in senso logistico, come nelle Università americane nelle quali si praticano tutti gli Sport.

Il convegno si è concluso lasciando ai pochi ma interessati presenti, il "sogno" di poter iniziare a cambiare qualcosa.

"Uno sportivo che non ha sogni, non andrà mai lontano"

Saronno, sala Consiliare di Piazzale Santuario 7

02 apr 2008

Post Laurea [risultati]



Ecco i risultati di cosa avete risposto al sondaggio, spero nessuno finisca a fare altro..




Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.