20 mar 2008

Il vero significato della S.Pasqua


Non si tratta di una festa di uova, colombe, coniglietti e pulcini..
si tratta semplicemente della festa di un Uomo, perseguitato, catturato, insultato, picchiato e ucciso perchè scomodo e fastidiosamente "troppo" mite.

E' la festa di Colui che poi è risorto e che da 2000 anni ci insegna ad amare, ad avere coraggio, ad avere fiducia, a saper fare fatica..

Possiamo scegliere che sia Lui la vera guida, o scegliere di continuare a temere che ci porti via qualcosa della nostra vita, che ci tolga il nostro orgoglio, la nostra superbia e così facendo, continuare ad essere sembre dubbiosi come il San Tommaso di Caravaggio.


Giovanni (20,1-9)
Il prim
o giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. [...] Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

La storia non basta ad insegnare


Nessun commento:

Posta un commento

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.