27 dic 2007

Buoni propositi per il 2008 [save energy]

Un team di studenti del Massachussets Institute of Technology di Boston ha condotto con successo un esperimento volto ad alimentare un supercomputer con energia prodotta dalla forza umana.

Oltre al meno nobile fine di trovare un posto sul Guinnes dei Primati, è stato dimostrato una grande potenza elaborativa non necessariamente necessità di una grande quantità di energia elettrica; in un'era dove il risparmio energetico e la salvaguardia dell'ambiente da esso derivante sono argomenti molto pressanti, l'esperimento rappresenta un invito, per chi realizza i sistemi, a tenere conto di queste problematiche.
Supercomputer a pedali

Il computer del MIT infatti, è stato alimentato per 20 minuti da 10 biciclette sulle quali pedalavano altrettanti studenti che, attraverso delle dinamo, hanno visto convertire la propria forza in energia elettrica a corrente alternata, utile per alimentare un sistema SiCortexSC648, che è un cluster Linux con 648 cpu, 1 TB di memoria ed una richiesta complessiva di energia pari a 1200W.

Il segreto di questo che può apparire incredibile, dal momento che non si tratta di un semplice PC, ma di una macchina molto più potente, risiede sia nel bassissimo consumo dei suoi componenti, che nella modularità; per l'esperimento infatti, il sistema ha utilizzato solo 6 delle 648 cpu, che comunque hanno potuto esprimere una potenza di calcolo sufficiente a realizzare una simulazione e dei calcoli sulla fusione nucleare.

Save energy

L'SC648, con 6 cpu attive infatti, consuma solamente 8 Watt; se si pensa che le lampadine in commercio e che si usano nelle nostre case, hanno normalmente potenze di alcune decine di Watt, si ha la portata del valore dell'esperimento.

L'invito ai produttori è di investire maggiormente nella ricerca, che porti a realizzare sistemi che, oltre ad esprimere grandi potenze di calcolo, non impegnino colossali quantità di energia per funzionare. Ci sta però un reminder anche per noi utenti comuni, a non sprecare energia, per il bene della nostra e delle generazioni future ;)

26 dic 2007

Atleti cibernetici sì o no?

E' indubbiamente destinata a far discutere la proposta di impiantare un chip sottocutaneo agli atleti di un certo livello, per combattere con maggior efficacia.

Che poi l'idea sia venuta a due atleti di rango come la pluridecorata campionessa di Eptathlon Carolina Klüft ed all'olimpionico di salto in alto Stefan Holm, i quali per primi hanno pensato alla biometria per realizzare un localizzatore, è quanto mai curioso.

Carolina Kluft


Anche se non è chiaro come questo chip posto sottopelle possa realmente aiutare nella lotta contro il dilagante fenomeno del doping, è indubbio che con mezzi come questo sarebbe in qualsiasi momento possibile sapere dov'è un dato atleta.

Non stupisce che questa proposta venga dalla libertina Svezia, che ha dato i natali alla Klüft e ad Holm, dal momento che una simile iniziativa in Italia, avrebbe (e forse per una volta a ragione), sollevato polemiche legate alla privacy, quella reale, sacrosanto diritto di ogni individuo, decreti legislativi 196/2003 a parte.

22 dic 2007

Il vero significato del Santo Natale

Ho scelto questa musica Oh Holy Night per ricordare a tutti il Vero significato del Santo Natale
Webmaster augura a tutti gli studenti un Felice S.Natale

13 dic 2007

Voglio un Mac!

L'Università dell'Insubria ha stipulato una convenzione con Apple rivolta a
tutti gli studenti, personale e docenti, che consente di ottenere sconti sui
prodotti Apple per uso personale.

Apple produce i famosi lettori di musica digitale iPod e gli altrettanto
noti personal computer Macintosh (iMac, iBook, PowerBook e PowerMac).

Sulla bacheca avvisi del sistema di Segreterie studenti
(http://uninsubria.esse3.cineca.it)
troverete le istruzioni per accedere
allo store online dedicato, al numero verde da chiamare per gli acquisti
personali e ottenere maggiori informazioni.

L'avviso verrà visualizzato previa autenticazione tramite login e password
valide per accedere al sistema.

Cordiali saluti

Il Direttore
Centro Sistemi Informativi e Comunicazione

08 dic 2007

..forum in lutto..

Per ricordare insieme la scomparsa del professor Formato
verrà celebrata da Don Giustino la S.Messa nel seminario di Saronno

il giorno Mercoledì 19 Dicembre alle ore 13.30

Si invitano tutti gli studenti a partecipare per essere vicini alla famiglia in dolore.




..Lasciare il segno!
Si pensava di raccogliere durante la celebrazione una cifra indicativa a testa 5/10€(anche libera) per beneficenza al progetto calcistico Inter Campus che da anni si occupa di opere benefiche e promozione nei sud del Mondo.
Come forte segno che nulla è stato vano ma con la certezza che sia la realizzazione di uno dei sogni del nostro caro prof.
Grazie.

(per chiarimenti e donazioni "InterCampus" rivolgersi in segreteria a Saronno ENTRO il 21 DICEMBRE)






Un bel video ricordo realizzato dagli alunni del suo Liceo

07 dic 2007

Il segreto del successo? [OSARE]

Cosa significa questo post?

Badate bene, non intendo i belli famosi, palestrati da calendario, calciatori...quello non lo chiamo successo..
Avere successo per me significa
"Inseguire un sogno reale"
Come fare?
In ogni settore lavorativo il segreto del successo è osare!
Osare è credere in un'idea, sorta nel nostro cervello che come un campo fertile viene seminato in continuazioni di concetti, teorie, nozioni, ipotesi...

Se posso fare una lista di 6 consigli dire:
  1. Saper sfruttare (mettere a frutto) le idee che il nostro cervello ci propina continuamente..
  2. Saper riconoscere periodi di magra(poca creatività) e periodi di grassa(colpi di genio)
  3. Trovare piacevole i periodi di grassa e scoprire in essi dei trampolini di lancio
  4. Conoscere il più possibile persone, cose, esperienze di altri..
  5. Conoscere ancora..
  6. OSARE: creder in se stessi e osare contro ogni "vecchiume" di pensiero, tradizione, luoghi comuni ("Si è sempre fatto così....").
Molti dei quelli che leggeranno questo post, non troveranno nulla di interessante, forse sono in un periodo di magra, ma sono sicuro che altri capiscono benissimo cosa intendo e se vogliono possono commentare.

03 dic 2007

Pilate$ questione di nome? $$$

Pilates: Secondo voi è solo questione di nome?

da Wikipedia:

Il Metodo Pilates (detto anche semplicemente Pilates) è un sistema di allenamento sviluppato all'inizio del 20° secolo da Joseph Pilates. Pilates ha scritto almeno due libri sul metodo Pilates: Return to Life through Contrology e Your Health: A Corrective System of Exercising That Revolutionizes the Entire Field of Physical Education.

Joseph Pilates nel suo studio a New York con la moglie Clara e la nipote Mary.
Joseph Pilates nel suo studio a New York con la moglie Clara e la nipote Mary.

Pilates ha chiamato il suo metodo Contrology, con riferimento al modo in cui il metodo incoraggia l'uso della mente per controllare i muscoli. È un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali, cioè quei muscoli che aiutano a tenere il corpo bilanciato e sono essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale. In particolare, gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell'allineamento della colonna vertebrale rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena. Con questo metodo di allenamento non si rinforzano solo gli addominali ma si rinforzano anche le fasce muscolari più profonde vicino alla colonna e intorno alle pelvi. Il punto cardine del metodo è la tonificazione e il rinforzo del Power House, cioè tutti i muscoli connessi al tronco: l'addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare. Gli esercizi che si eseguono sul tappetino (Pilates Mat Work) devono essere lenti, fluidi e perfettamente eseguiti, devono inoltre essere abbinati ad una corretta respirazione.

Il metodo Pilates non ha marchio di registrazione per cui ogni insegnante di educazione fisica motoria lo può avvicinare al suo stile e alla sua personalità, ma si deve rifare ai principi basilari del Pilates che sono sei:

  1. la Respirazione sempre ben controllata e guidata dall'aiuto dell'insegnante come nella pratica dello Yoga (nello specifico nel Pilates si inspira nel cominciare l'esercizio e nel momento dello sforzo maggiore si espira, a differenza dello Yoga, si inspira con il naso e si espira sia con il naso che con la bocca e per ogni esercizio ha un suo precipuo ritmo);
  2. il Baricentro, sinonimo di Power House, visto come centro di forza e di controllo di tutto il corpo;
  3. la Precisione, ogni movimento deve avvicinarsi alla perfezione e quindi deve essere lento, un lavoro a circuito chiuso dove l'insegnante deve avere continui feedback dall'allievo;
  4. la Concentrazione, massima attenzione e concentrazione in ogni esercizio, la mente deve essere il supervisore per ogni singola parte del corpo;
  5. il Controllo, controllo su ogni parte del corpo, non si devono effettuare movimenti sconsiderati e trascurati;
  6. la Fluidità, questo principio è la sintesi di tutti i concetti precedenti. Nella sua forma più eccelsa il Pilates è "poesia in movimento" (pag. 12 del libro "Pilates, la promessa di un corpo nuovo" di Alycea Ungaro)
Credete che sia un'innovazione? o che più semplicemente scopiazzi dallo Yoga, con grande capacità di marketing basato sul nome Metodo Pilates..$$$$$$..din..din..

01 dic 2007

Concorso iPhone in Regalo

Andate sul sito Www.TheAppleLounge.com per vincere il nuovissimo telefono di Apple: iPhone

30 nov 2007

Come aver la media del 27 [intedo di visite]

Mi sento fortunato

Il mio grafico di ShinyStat del Blog indica di media 27 visite al giorno, forse alcuni solo leggono, altri solo visitano il Forum, altri..ci finiscono per caso cercando su Google
(digitante in Google Scienze Motorie Saronno e invece di cerca, premete Mi sento Fortunato..)
>>

28 nov 2007

Allarme spionaggio o semplicemente oracolo?

Guardate questo video che mostra le nuove tecniche di Motion Capture (le stesse utilizzate per rendere verosimili i movimenti dei calciatori nei videogiochi, Fifa, Pro Evolution Soccer..) utilizzando accelerometri e sensori portatili al posto di telecamere e puntini sparsi per il corpo.

>>Come si fa ora -leggi l'intero articolo-


>>Come si faceva prima


perchè spionaggio??
Bhè, considerate che già avevo pensato che i sensori della console Wii (vedi post) potevano fungere da dispositivi per il monitoraggio in tempo reale del movimento umano (forza, velocità, orientazione spaziale, inerzia)

..forse non si tratta di spionaggio..anzi i prezzi accessibili della tecnologia Wii permettono di ideare e utilizzare dispositivi di monitoraggio funzionale e biomeccanico che altrimenti avrebbero prezzi da capogiro..mi accontento di aver fatto la parte di un oracolo :) simpatico!

Riporto discussione con prof. Preatoni di Bioingegneria>>

3 commenti - Mostra post originale Comprimi i commenti

ezio.preatoni ha detto...

beh, mi permetto di dire che i sistemi optoelettronici sono ancora quelli più avanzati. Anzi, se dovessi fare un ordine temporale, sono anche più moderni rispetto ad accelerometri, giroscopi etc etc...
Certo, quest'ultimi possono essere più fruibili per applicazioni particolari come il campo dell'entertainment o dei videogiochi, ma al momento non sono ancora in grado di offrire prestazioni pari agli altri.
;o)

29 novembre 2007 9.35

Elimina
Webmaster ha detto...

Grazie professore per il commento!
Le domando, si può dire che siano "complementari" i due sistemi? E come dice lei, le prestazioni non sono pari perchè non mirano ad identici obiettivi?
Gli accelerometri in fondo registrano dati diretti sulle forze, forse le telecamere registrano solo l'immagine del movimento e come fine hanno di esaminare la tecnica di movimento più che scomporre le sue forze nello spazio..

30 novembre 2007 11.00

Elimina
ezio.preatoni ha detto...

In linea di massima fanno le stesse cose (ci vorrebbe un pò più di tempo per discuterne a fondo cmq...). Diciamo che potrebbero essere complementari in termini applicativi, non in termini dell'obiettivo che si pongono. Anche quelli che citi tu, infatti, non misurano le "forze" ma la cinematica... semplicemente si basano su sensori di tipo diverso.
Se poi avete altre curiosità o volete avere più dettagli contattatemi ai riferimenti che avete.

1 dicembre 2007 16.36

23 nov 2007

Tecnologia a portata di mano..e di polso


Nike Amp+ Sport Remote Control, orologio con misuratore della frequenza cardiaca e controlli wireless dell’iPod

Tra gli accessori iPod pensati espressamente per gli sportivi Nike ha messo in commercio l’Amp+ Sport Remote Control. Guardandolo spento sembra solo un braccialetto di tendenza per i giovanissimi. Ma mettendolo al polso e facendo uso contemporaneo dell’iPod nano, Nike+ iPod Sport Kit e Nike+ Ready shoes l’Amp+ rivela la sua vera natura.

Innanzi tutto è un cardiofrequenzimetro che controlla l’andamento delle proprie performance aerobiche: battito cardiaco, calorie bruciate, ecc.


Poi integra dei controlli che permettono di azionare l’iPod nano senza bisogno di fili, mostrando le informazioni sull’andamento dell’ascolto sullo strano display a led posto nella parte superiore del braccialetto. Infine è un orologio, che non mostra le ore in una maniera immediatamente intelligibile e proprio per questo può diventare uno status symbol fra i ragazzi.

18 nov 2007

sVendo Notebook portatile [500€]



"sVendo Notebook portatile a 500€"

Chi fosse interessato segua il seguente link
Altrimenti mi contatti via mail per accordare un prezzo.

15 nov 2007

Traccia la tua corsa [GPS]

pubblicato: mercoledì 31 ottobre 2007 da delymyth.net in: Gps

GPSports













Se avete una società sportiva, e volete tenere sott’occhio i vostri atleti professionisti durante il loro allenamento, il WI-SPI di GPSports potrebbe sembrare la vera “manna dal cielo”.
In grado infatti di inviare ad un server centralizzato i dati di venti atleti riguardo alle loro prestazioni durante l’allenamento, potrebbe quasi sembrare troppo bello e troppo comodo per essere vero.

Consente infatti di tenere traccia non solo dettagli riguardo all’allenamento (frequenza cardiaca, velocità…), ma anche il percorso che gli atleti seguono durante l’allenamento, proprio grazie al GPS integrato.
Il tutto in tempo reale.

A riportare il titolare della società sportiva sul Pianeta Terra riguardo a questo oggetto, c’è il prezzo, assolutamente esorbitante, che sembra essere di 50 milioni di Dollari per l’iscrizione al servizio (quasi 35 milioni di Euro).
Questo ultimo punto rende l’oggetto parificabile ad un “concept” per la sua inarrivabilità economica, se non per società sportive veramente molto grosse e quindi danarose.

03 nov 2007

Correre è per tutti [suggerimenti]

Da sedentario a maratoneta

Charles De Connick - 36 anni -Nuova Zelanda


Calzature a-tipiche


Stretching dopo gli allenamenti

Lo stretching dovrebbe essere eseguito sempre dopo che i vostri muscoli si sono riscaldati. Il riscaldamento solleva la temperatura del muscolo, per renderlo più flessibile e resistente ai traumi. A riposo un muscolo si trova normalmente attorno ai 36°C, ma una qualsiasi attività di preriscaldamento lo porterà a più di 37°C. Imponetevi quindi di fare almeno 15' di stretching alla fine di ogni allenamento. Non c'è prova certa che questo riduca la possibilità di infortuni, ma, se fatto correttamente, può contribuire a rendere migliore un'atleta.


Acquistare Nike+ iPod Sport Kit











Pose Tech (imparare a correre meglio?)

Il "Metodo Pose" è un sistema per spiegare il movimento umano, basato sulle posizioni chiave, ma anche un modello di funzionamento regolato dalle leggi della natura. Esso considera infatti la gravità come forza primaria per il movimento, anzichè l'energia muscolare. Il Dott. Nicholas Romanov ne ha già pubblicato un libro nel 2002, ma il "Metodo Pose" è in un continuo perfezionamento, sia grazie ad alcuni allenatori, che ad atleti di tutti i livelli. Nel sito sono interessanti soprattutto i video.


spunti da http://endorfine.blogspot.com

02 nov 2007

Ti piace correre? Partecipa alla mia Tesi! [NEWS da TGcom]


Ricordate il mio lavoro sulla Motivazione della Musica nella corsa?

Bene, ecco alcune informazioni interessanti e non solo..discutibili!! Leggete...

Vietato correre con iPod: doping

Bandite le cuffiette a Maratona di NY

Gli atleti che parteciperanno alla Maratona di New York non potranno usare cuffiette, iPod o altri lettori mp3. La decisione è stata presa dalla Federazione di Atletica Americana perchè, secondo uno studio, la musica ascoltata durante una gara può alterare le prestazioni fisiche e quindi diventa automaticamente paragonabile a un qualsiasi steroide anabolizzante. In una parola è doping. La maratona è in programma domenica.

Ovviamente è da capire tutto ancora bene, ma pare proprio che, secondo alcuni eminenti studiosi, iniettarsi degli steroidi anabolizzanti o ascoltare la propria musica preferita con cuffiette e lettori vari sia praticamente la stessa cosa. Doping è sicuramente la prima cosa, ma doping pare sia anche la seconda. Sta di fatto che la federazione Americana di Atletica, ha deciso di bandire dalla Maratona di New York iPod e lettori mp3 in genere. ma non solo, fuori dal percorso anche telefonini e auricolari.

Un portavoce della federazione statunitense ha parlato di "sicurezza degli atleti in gara perchè la musica non permette di sentire le indicazioni degli organizzatori". Questione anche i polizze assicurative, ma al di la dell'aspetto, diciamo, burocratico, si nasconde dell'altro. La spiegazione è presto data dagli organizzatori della prestigiosa maratona. "Non si può dare un vantaggio competitivo". Questo perchè il sopracitato studio ha messo in evidenza che "esiste una relazione tra il suono ascoltato e le prestazioni e che la musica stessa riduce la percezione dello sforzo, aiutando il rilassamento e riducendo il consumo di calorie". Insomma, la cosa è molto più seria di quanto sembri.

Entrando nello specifico, ascoltando musica, il cervello attiva le aree legate al movimento liberando dopamina, il neurotrasmettitore legato all'appagamento. In questo preciso momento si abbassano la pressione sanguigna e il livello del cortisolo, ormone dello stress.

Insomma, alzi la mano chi non ha mai ascoltato musica facendo del footing mattutino, eppure, dal semplice e obsoleto walkman all'iPod ne sono passati di anni e non sembra che siano stati segnalati casi di gente che abbia alterato le proprie prestazioni a lavoro, a scuola o in una gara. Eppure è così, bisognerà fare più attenzione a scegliere le varie compilation.

A proposito: un altro studio ha provato che prestazioni mentali di alcuni studenti miglioravano ascoltando la Sonata in Si Maggiore di Mozart. Buon ascolto e buone "prestazioni" a tutti....

Altre fonti
http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/esteri/maratona-newyork/maratona-newyork/maratona-newyork.html

Che ne dite??

01 nov 2007

I miei allenamenti Online [Nike+iPod]

Profilo personale "unix.paul"


Ultime 5 corse


Corsa più veloce


Corsa più lunga


Sfide attive con altri concorrenti Online

let's keep in training!

28 ott 2007

Sport e sicurezza [divertente]

Guardate cosa si è inventato questo skaters per salvaguardare la sua incolumità!



Certo, può essere fastidioso qualche palloncino che scoppia..ma l'effetto scenico vale!

16 ott 2007

Ti piace correre? Partecipa alla mia Tesi!

Sto iniziando la tesi universitaria che vi riassumo come

<<Benefici della musica nella corsa>>


Spero si trasformi nel più grande esperimento scientifico online del secolo. =)
Se non vuoi essere da meno, prosegui...

Questo come è possibile?

1.PRIMO STEP

Possiedi un normalissimo iPod? .....Allora sei dei nostri!


Ora ti basta aggiungere solo 29,oo non un euro in più per il Kit Nike+.

Prima di chiederti se sei già abituato a correre per hobby..di pomeriggio..alla sera...
...per i giardini pubblici del tuo paese, sul lungo fiume o anche in palestra sul palloso tapis roulant..
ti chiedo se possiedi il famoso e ormai diffuso lettore mp3 dell'Apple...il resto, viene dopo..
..ovvero, la passione per mezz'oretta di sana corsa sarà irrinunciabile, come è successo a me ed a moltissime altre persone che hanno sempre sottovalutato il sistema "costo zero e più efficace" per fare sport e tenersi in forma!



Con questo lettore, cuffie di serie alle orecchie e un particolare KIT che ti illustrerò sotto potrai partecipare a questo test "comodamente" da casa tua.

La Nike ha sviluppato un sensore che si inserisce nella suola della scarpa sinistra o destra in grado di trasmettere al nostro iPod i dati riguardo la frequenza e la velocità del nostro passo di corsa o di camminata.

2.SECONDO STEP

Una volta iscritto gratuitamente sul sito Nike, collegando il tuo iPod al computer potrai scaricare tutte le tue statistiche e condividerle con il resto della comunità mondiale.


La condivisione di Nike Plus (Nike+iPod) sta diventando sempre più una moda, troverai gente che corre da amatoriale, o agonisti e gente famosa con i quali sfidarsi magari dall'altra parte del globo!!

3.TERZO STEP

Inizia subito, acquista qui come ho fatto io dal sito AppleStore il Kit da 29,00€ spese di spedizione comprese, consegnato in 24 ore. Oppure recati in un qualsiasi negozio Nike, Footlocker, Decathlon o di Sport in generale chiedi del sensore Nike Plus+.

Nel frattempo partecipa al sondaggi
o qui a destra per collaborare con lo studio della mia Tesi, visita anche il Forum se sei interessato

inizia ora





Ecco i risultati del vostro sondaggio

Quanto ne sapevano gli antichi


"Nulla è nell'intelletto che prima non sia stato nei sensi" (Aristotele).


Oltre che in ambito terapeutico (riabilitazione) e sportivo, l'esercizio fisico sta sempre più assumendo un ruolo primario per la salute in generale. Ciò che ha portato alla ribalta l'indispensabilità di una corretta attività fisica regolare è stato, in primis, l'attuale "modus vivendi" dell'uomo "civilizzato".

Al pari di una sana alimentazione, scioltezza (stretching) muscolare, forza muscolare, mobilità articolare e capacita motorie, sono sempre stati elementi imprescindibili per la salute, la sopravvivenza e l'evoluzione dell'uomo.
Di tutte le strutture del sistema nervoso centrale, più di un quarto partecipano direttamente e più della metà indirettamente alla pianificazione e all'esecuzione dei movimenti; l'uomo quindi, con i sui 650 muscoli e 206 ossa, è un "animale motorio". Azioni e movimenti hanno un ruolo centrale nei processi di rappresentazione mentale, a partire dalla fase embrionale. L'embrione, infatti, è innanzitutto un organismo motorio. Nella fase embrionale, in quella fetale e in quella della prima infanzia, l'azione precede la sensazione: vengono compiuti dei movimenti riflessi e poi se ne ha la percezione. La propriocezione, la coscienza di , deriva dalle informazioni dei recettori sensoriali situati nei tendini, nei muscoli, nell'articolazioni e nei visceri (propriocettori ed enterocettori), nella cute (esterocettori cutanei), nell'apparato vestibolare e negli occhi (esterocettori retinici), da loro dipende la conoscenza su quale è la nostra "conformazione" e posizione spaziale; in qualche misura, per rispondere alla domanda "chi sono io?", occorre anche rispondere alla domanda "dove sono io?". E' dai riflessi propriocettivi che nascono le rappresentazioni mentali (engrammi) che consentono la nascita di abilità motorie complesse e delle stesse idee.
Le funzioni motorie e il corpo, considerati in molte culture come entità inferiori e subordinata alle attività cognitive e alla mente, sono invece all'origine di quei comportamenti astratti di cui siamo fieri, compreso lo stesso linguaggio che forma la nostra mente e nostri pensieri. Perdere il controllo sul proprio corpo significa, di conseguenza, perdere il controllo sui propri pensieri ed emozioni.
D'altro canto, nei momenti critici (stress intenso), il sistema muscolare costituisce un sistema ad alta priorità: quando è attivato, gli altri sistemi, come quelli responsabili della percezione delle sensazioni, dell'attenzione, delle attività cognitive ecc., sono in stato di relativo blocco, in quanto tale stato è legato nell'inconscio all'esecuzione di azioni importanti per la sopravvivenza, come la fuga, l'attacco, la ricerca del cibo, di un partner sessuale, del nido. Un gruppo di muscoli in tensione esercita un'influenza su altri muscoli, sia per un fatto muscolare che nervoso (i neuroni eccitati eccitano quelli vicini).
Infine oggi sappiamo quanto la semplice passeggiata in un habitat naturale sia un potente riequilibratore dell'attività dei due emisferi cerebrali e ciò è dovuto sia all'armonico impiego del sistema tonico posturale sia alla produzione di endorfine scatenata dall'esercizio fisico prolungato nel tempo. La totale integrazione mente-corpo è stata definitivamente dimostrata dalla psiconeuroendocrinoimmunologia.

L'esercizio fisico è indispensabile anche per la naturale fisiologia di un altro importante organo regolatore del benessere globale dell'individuo: la fascia connettivale (tessuto connettivo). La fascia è una componente fondamentale, spesso trascurata, che influenza in modo essenziale la muscolatura e la fisiologia dell’intero organismo.
L’importanza fisiologica del tessuto connettivo è maggiore di quanto si supponga normalmente. Esso costituisce circa il 16% del peso corporeo e prende parte alla regolazione dell’equilibrio acido-base, del metabolismo idrosalino, dell’equilibrio elettrico e osmotico, della circolazione sanguina (in particolare venosa) e della conduzione nervosa (riveste e forma la struttura portante dei nervi ed è sede di numerosissimi recettori sensoriali). Infiltrato in tutto l’organismo, è l’intermediario delle interazioni fra i liquidi corporei; cattura e libera i prodotti del metabolismo. Nelle cellule di questo tessuto, le sostanze possono subire azioni enzimatiche per poi essere nuovamente assimilate dall’organismo. Inoltre, data l'enorme presenza di esterocettori e propriocettori nervosi, il tessuto connettivo assume un ruolo fondamentale all'interno del sistema dell'equilibrio (sistema tonico posturale) ossia nella determinazione della postura individuale.
Si deve quindi prendere coscienza del fatto che il tessuto connettivo è tutt'altro che solo un tessuto di riempimento-rivestimento e di sostegno-interconnesione degli organi.
Nel sistema miofasciale (muscolo-fasciale) del nostro corpo, ciascun muscolo, organo viscerale, vaso (sanguineo e linfatico), nervo, osso, articolazione ecc. è rinchiuso nel proprio involucro fasciale. Tali involucri, a loro volta, formano un reticolo ubiquitario, che avvolge e, al tempo stesso, sostiene e collega tutte le unità funzionali del corpo. Infine, questi robusti strati elastici formano anche uno strato superficiale, che funge da contenitore e da sostegno frenante per tutto il corpo: le fasce superficiali poste sotto la pelle. Si tratta quindi di un vero e proprio secondo scheletro, questa volta fibroso.
Il muscolo è tenuto in sede tramite lamine connettivali (aponeurosi o aponevrosi) ed è racchiuso nelle fasce come la polpa di un'arancia lo è nelle pareti cellulari che la suddividono (perimisio ed endomisio). Le fasce connettivali, che non vanno quindi confuse con i muscoli, in quanto stato protettivo e di sostegno, risultano più stabili dei muscoli.
Tramite la fascia connettivale i muscoli si strutturano e funzionano, in realtà, come catene muscolari o meglio miofasciali. Come vedremo in seguito, questo concetto è alla base dell'innovativo metodo di allungamento muscolare: lo stretching globale attivo.
In un corpo sano, le fasce profonde consentono alle strutture adiacenti di scivolare una sull'altra. Tuttavia, in seguito a malattie infiammatorie, come ad esempio nei casi di contratture muscolari croniche, o a lesioni traumatiche, si ha la formazione di cicatrici aderenziali nei diversi strati che aumentano l'attrito interno durante la contrazione muscolare e contrastano i movimenti e quindi l'allungamento del muscolo. Questi strati, come fossero incollati, non scivolano più costringendo le strutture adiacenti a trazionarsi concorrendo così all'affaticamento e alle tensioni generali.
Inoltre, un muscolo che lavora persistentemente in accorciamento oltre a ridurre la parte connettivale può diminuire il numero di sarcomeri (al contrario, un muscolo che lavora in allungamento tende ad aumentare la parte connettivale e il numero di sarcomeri). Si ha così la formazione di un muscolo retratto. Se non ci si oppone abbastanza contro le retrazioni cicatriziali (tramite stretching, mobilizzazioni articolari, massaggi ecc.), esse si trasformano in fibrosità capaci di rendere irreversibili posture anomale (con conseguenti risvolti psicologici) fino a una vera e propria impossibilità di movimento articolare (come ad esempio dopo una lunga immobilizzazione di un arto).
Le retrazioni di origine connettivale non solo condizionano posizioni anomale, ma riducono anche la circolazione del sangue e la conduzione nervosa, interessando quindi anche il tono muscolare e la salute globale dell'individuo.

Lo stile di vita attuale, sempre più "innaturale", rende indispensabile un corretto e regolare esercizio fisico. A conferma dell'urgenza vitale dell'attività fisica, il Dipartimento dell'Agircoltura degli Stati Uniti (USDA) ha inserito l'esercizio fisico giornaliero alla base della nuova piramide alimentare.
Le superfici innaturali su cui viviamo (terreno piano, sedie, scrivanie) causano, come primo effetto, problemi posturali e perdita di propriocettività e abilità motorie con tutto ciò che ne consegue. Lo stress comporta tensione pschica e muscolare nonché alterazione della fisiologica respirazione, e ciò può bloccare lo stato di benessere. I ritmi frenetici della vita moderna impongono un eccessivo utilizzo dei sensi esterocettivi (vista e udito) che porta a una graduale diminuzione del "sentire" il nostro corpo (dispercezione corporea) lasciando spazio a tensioni inconsce, ovvero permanenti, a danno di articolazioni, muscoli, tendini, postura, psiche ecc.
Traumi (fisici e ed emotivi) e cicatrici infine sono in grado di amplificare tutti questi effetti negativi.

Un programma di esercizio fisico deve evidentemente essere personalizzato, ossia rispondere alle specifiche esigenze (morfologiche, fisiologiche, psichiche e di obiettivo), e completo, al fine di colmare tutte le lacune imposte dal "logoria della vita moderna". Per ottenere ciò il programma deve includere specifici esercizi di: stretching e rinforzo muscolare, mobilizzazioni articolari e rieducazione motoria. Grazie allo svolgimento regolare di tale attività fisica, è possibile migliorare considerevolmente il nostro benessere fisico e psichico nonché le prestazioni sportive oltre a rappresentare uno straordinario strumento di prevenzione. I benefici dimostrati di un'attività fisica moderata e completa sono:

L'esercizio fisico è sempre presente all'interno di un programma di rieducazione posturale e aumenta la sua efficacia se utilizzato in sinergia con una sana alimentazione, massaggi e tecniche di rilassamento e salute mentale.

11 ott 2007

Raggiunte le 20 mila visite



Il contatore ShinyStat (che trovate scorrendo in fondo alla homepage) delle visite per il sito e Forum di Scienze Motorie dichiara le 20 mila visite in quasi 3 anni.

10 ott 2007

WiiFit - tecnologia e benessere



Vi presento questa trovata della Nintendo che aggiunge alla famosa console Wii una pedana bilanciante per allenare equilibrio, coordinazione e postura divertendosi. Wii Fit.

La cosa interessante di questo progetto è l'accessibilità al pubblico. Un dispositivo medico che controlla il bilanciamento del peso del corpo su gli arti inferiori può arrivare a costare migliaia di euro;
Con Wii, la console Nintendo, spendete 200€ per una console di gioco più 70€ per la pedana extra WiiFit.

Altri video a riguardo, qui.

09 ott 2007

Pari opportunità [o quasi]

Porta dei servizi:




















Ecco un'altra foto che ho ricevuto molto divertente dalla nostra sede.

Cosa vorrà dire? Che in questi servizi pubblici possono entrare solo uomini alti e signorine tappe???

Trova l'errore..


Ecco una simpatica foto del raccoglitore iscrizioni che mi è stata inviata.

Vediamo chi si accorge cosa c'è che non va..

28 set 2007

Qualcosa si muove [forse di più]

Clicca per ingrandire

Vi siete appena laureati in Scienze Motorie? Non sapete cosa, dove, perchè andare avanti a studiare? Ecco la proposta, clicca qui per scaricare la modulistica.

Sul Forum, per chi è registrato, si può leggere la discussione e spiegazione di questo nuovo Master.

Chissà cosa urleranno..



La Haka è la danza tipica del popolo Maori, l'etnia originaria della Nuova Zelanda, spesso considerata semplicemente, ma erroneamente, una danza di guerra, e resa celebre, nello stile della Ka Mate, dagli All Blacks, la nazionale di rugby neozelandese.

Il testo della frase preliminare è questo:

"Ringa pakia
Uma tiraha
Turi whatia
Hope whai ake
Waewae takahia kia kino"

Che in italiano significa:

"Batti le mani contro le cosce
Sbuffa col petto
Piega le ginocchia
Lascia che i fianchi li seguano
Sbatti i piedi più forte che puoi"

Ed ecco il testo dopo il preliminare:

Ka mate, Ka mate! Ka ora, Ka ora! Ka mate, Ka mate! Ka ora, Ka ora! Tenei te tangata puhuruhuru Nana i tiki mai whakawhiti te ra! A hupane, kaupane A hupane, kaupane whiti te ra! Hi!

Che in Italiano è tradotto con:

E' la morte, E' la morte! E' la vita, E' la vita! E' la morte, E' la morte! E' la vita, E' la vita! Questo è l'uomo peloso è colui che ha fatto splendere il sole su di me! Ancora uno scalino, ancora uno scalino, un altro fino in alto, IL SOLE SPLENDE!

23 set 2007

Powerball, per chi sa fa girare le...



Vi propongo questo attrezzo davvero insolito suggeritomi da Lorell.
















Si chiama Powerball. Si tratta di una sfera di plastica che contiene un giroscopio il quale, una volta avviato manualmente, con la sola forza d'inerzia, riesce a generare vibrazioni che, a quanto sostengono i produttori, stimolano isometricamente la muscolatura degli arti superiori.

Voi che ne dite? di certo i video che si trovano su YouTube a proposito di Powerball sono davvero divertenti..

Nasce il Blog del Webmaster



Da oggi, 22 Settembre 2007 una nuova veste grafica per il sito autogestito dal sottoscritto per gli studenti di Scienze Motorie. Il portale assumerà i caratteri dell'oramai diffusissimo Blog, e sarà aggiornato di tante e varie curiosità. Resterà sempre disponibile l'insostituibile Forum dove trovare e condividere informazioni con la comunità. Buona navigazione.

ps. ricordatevi di salvare il sito tra i vostri Preferiti

22 set 2007

Quando lo Sport è sacrificio

Forse uno dei più emozionanti Spot Nike..per insensibili al dolore..


Title: Johnny Cash - Hurt lyrics

I hurt myself today
to see if I still feel
I focus on the pain
the only thing that's real
the needle tears a hole
the old familiar sting
try to kill it all away
but I remember everything
what have I become?
my sweetest friend
everyone I know
goes away in the end
and you could have it all
my empire of dirt

I will let you down
I will make you hurt...

leggi il resto

Il sito che ci tutela, CAPDI

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.